GO DUGONG – VIDITA EP

“Vidita EP” (Global Hybrid Records / 42 Records) è un assaggio del nuovo album di Go Dugong, in uscita a Marzo 2018.
Continua così il viaggio del produttore e musicista piacentino di base a Milano, iniziato nel 2015 con “Novanta”.
Go Dugong ci ha fatto attraversare paesaggi esotici, passando dall’Africa all’America Latina, puntando sempre alla mescolanza e non sposando mai un genere predefinito.
Se con “Novanta” il tema affrontato era quello del clash culturale metropolitano, “Vidita” nasce con l’intento di scavare più a fondo per cercarne le radici.
Vidita_EP_Cover_hires
Artwork: DEM.
L’ispirazione nasce dalla fascinazione per delle prime civiltà, i cui miti e leggende sono inevitabilmente legati alla natura e all’universo: si generano così canzoni ispirate a credenze tribali, figure mitologiche, rituali ed esoterismo che, non a caso, hanno spesso riferimenti a divinità o civiltà superiori arrivate dallo spazio.
Il risultato è di nuovo un ibrido di ritmi, stili e generi musicali: musica afro, andina e amazzonica, dub, psichedelia e cosmic si fondono con l’intento di raccontare un viaggio, concetto ormai leitmotiv della ricerca di Go Dugong.
LUC_0073
ph: Luca Orsi
Il singolo “Vidita” è un tributo alla musica folkloristica del nord-ovest Argentino; il canto selvaggio delle Ande viene interpretato da Miriam García, musicista e attrice argentina, nonchè una delle più grandi ricercatrici e interpreti di coplas, composizioni poetiche tipiche della cultura contadina tradizionale Andina.
Il secondo brano “Mandragora” deve il proprio nome alle leggende ispirate all’omonima pianta: ad essa infatti, grazie all’aspetto antropomorfo della propria radice e alle relative proprietà anestetiche, vengono attribuiti poteri sovrannaturali in molte tradizioni popolari, come la leggenda del’assordante pianto della Mandragora, ritenuto in grado di uccidere un uomo.
I remix sono stati affidati ai cittadini del mondo El Búho, Rafael Aragon e Carlomarco.