BENVENUTI A CASA MIKA!

Ritorna Casa Mika, la trasmissione evento dello scorso anno, rinnovata dal genio creativo del padrone di casa: Mika!

La pop star internazionale trae ispirazione sia da grandi programmi della tradizione Rai, che da personaggi del cinema che hanno fatto scuola come i Monty Python. Aggiungendoci il suo estro creativo, Mika ha creato uno show dai contenuti originali, un viaggio che racconta persone, esperienze, musica e cultura.

Siamo stati negli studi milanesi dove è stata girata la seconda stagione di Casa Mika ed abbiamo preso parte alla conferenza stampa di presentazione del programma in cui sono intervenuti, insieme al cantante, il direttore di Rai2 Andrea Fabiano, Ilaria Dallatana e la compagna di viaggio d’eccezione di Mika: Luciana Littizzetto!

Ci aspettavamo una conferenza stampa meramente colloquiale e descrittiva…
Invece no!
LUCI SPENTE.
PARTE IT’S MY HOUSE!!!

Mika ha deciso di fare uno show italiano, senza sapere tanto bene la lingua, ma amando l’Italia forse più di tanti italiani.
Come ci ha detto, troppo spesso infatti gli italiani si svalutano, dicono che va tutto male e non sanno elogiare i loro talenti ed il loro patrimonio.

“Casa Mika” sarà un viaggio bellissimo, alla scoperta di affascinanti posti del Belpaese.

casamika

Nella prima puntata, fingendosi un tassista Mika girerà per Milano per parlare con le persone.  Ma perché tutto ciò?
Perché al cantante piace parlare con la gente, tutto qua.
I frammenti di storia che ci vengono raccontati ci aiutano a crescere, ci arricchiscono e ci fanno (forse) vedere le cose con un’ottica tutta nuova.
Come ci racconta lui stesso, da una testimonianza possono nascere gesti, parole, musica e canzoni: la connessione emotiva per Mika è molto importante, i sentimenti devono poter essere liberi di esprimersi.

Quel’è lo stile di questo show?
Viene sicuramente riportato il gusto vintage del cantante, l’amore per il cinema e la voglia di fare pop alternativo, non soltanto nella musica ma anche nella televisione.
La particolarità della stagione sarà una mini fiction in cui Mika torna indietro nel tempo, fino al 1967.

STASERA-CASAMIKA-1000-1000x400

Senza ulteriori spoiler, vi riportiamo quello che è stato detto dai protagonisti stessi:

Mika: “Il programma sarà un viaggio nell’Italia di oggi e di ieri, con lo scopo di far vedere i cambiamenti della musica nel tempo.
Non voglio raccontarvi troppo o fare un elenco dei temi di cui si parlerà, perché si parlerà di tutto. Anzi tutti parleranno di tutto: proteggo la liberà di parola mia così come quella dei miei collaboratori.
Luciana, per esempio, non è confinata in un ruolo marginale ma resta sempre libera di esprimersi, come e quando vuole (più o meno).
Con il team di Milano con cui ho lavorato riesco a parlare e interagire con tutti, c’è molto l’idea di squadra, anzi, siamo una squadra!
Il mio intento per questa stagione di Casa Mika era eliminare la barriera tra il fuori onda e la diretta, tra il pubblico in studio e quello che ci guarda dal divano… Siete tutti a casa!”

Luciana Littizzetto: “Ho scritto a Mika su Instagram proprio come una fan qualunque a cui è piaciuta la stagione dell’anno scorso.
Mi ha risposto chiedendomi se volessi partecipare al programma.
Come potevo dire di no!?
Ho deciso di essere diversa da come sono di solito e lo vedrete con i vostri occhi.
Mika?
Mika ci sta dentro!
Mi piace la sua musica, ha la testa piena di petardi e la sua presenza fa bene alle persone! E’ uno psicofarmaco senza effetti collaterali, un flacone di Lexotan alto due metri!”

Ilaria Dallatana: “Ci siamo chiesti cosa si potesse fare di meglio dall’anno scorso.
Ma forse la domanda era sbagliata, semmai bisognava chiedersi cosa si potesse fare di diverso.
Grazie a Mika, al suo modo di vedere le cose ed alla sua voglia di uscire dalla classica concezione di show all’italiana, contaminando vari generi, siamo riusciti a creare una commistione tra intrattenimento e fiction.

Alla domanda:
“Mika, hai fatto un sacco di cose nella vita, ma cosa vuoi fare da grande?”
Il cantante risponde: “Non lo so. Seguo l’opportunità, l’energia che sento al momento.
L’importante è la musica, che mette tutto in ordine nella mia vita.”