“LU GIUSTACOFANE” E’ IL NUOVO VIDEO DEL CANZONIERE GRECANICO SALENTINO

Siamo abituati a cambiare velocemente: oggetti e cose, quando si rovinano.
Situazioni e affetti, quando diventano difficili e ci feriscono.
Eppure, qualcuno ancora crede nel valore della cura e ci incoraggia a resistere, a non arrenderci.

Questo l’invito de Lu Giustacofane, video del primo singolo di “Canzoniere”, l’ultimo album del Canzoniere Grecanico Salentino (CGS), tra i più importanti e riconosciuti gruppi di world music, in uscita il 27 ottobre su etichetta Ponderosa.

Il CGS, dal 2007 guidato da Mauro Durante, ci regala una clip – diretta dal duo registico AcquaSintetica – onirica e surreale dedicata a “Lu giustacofane”, colui che passava di paese in paese per riparare gli oggetti danneggiati.
Un incoraggiamento a continuare a lottare (“Non c’è ferita che non può sanare”: incita il testo)

Protagonisti del video sono gli ulivi e i rugosi volti degli anziani, perché c’è un legame profondo tra questi alberi secolari che ricoprono la Puglia e la sua gente.
Insieme diventano un totem, simbolo vivente della nostra storia e cultura.
Quando tutto questo viene attaccato con violenza e arroganza, a vantaggio di spregiudicate speculazioni economiche – come la questione Xylella che continua a sterminare gli ulivi, o quella del TAP (Gasdotto Trans-Adriatico) che vuole approdare sulle coste del Salento – la risposta non può essere diversa da quella di resistere, uniti a difesa del nostro patrimonio.

canzonierecover

A 42 anni di distanza dalla fondazione dello storico gruppo, il nuovo disco – registrato tra Lecce e New York – ha un anima cosmopolita perfettamente rappresentata dalla metafora visiva della copertina realizzata dal collettivo artistico Casa a Mare.
Nella bottiglia di Coca Cola, simbolo del “contenitore” mondo, si riversa una salsa di pomodoro unica, senza tempo, profondamente contemporanea e glocal, proprio come la musica del CGS.

Un pensiero riguardo ““LU GIUSTACOFANE” E’ IL NUOVO VIDEO DEL CANZONIERE GRECANICO SALENTINO

I commenti sono chiusi.