HO ASCOLTATO IL NUOVO PEZZO DI ROVAZZI CON MORANDI E…

Speravo fosse uno scherzo, ed invece no: Fabio Rovazzi ha davvero fatto un pezzo con Gianni Morandi. Quattro giorni fa è uscito “Volare”, brano scritto dal cantante di Lambrate insieme a Danti e prodotto da Lush & Simon.

Se già questa è una brutta notizia, forse non sapete che esiste anche un video del brano.
Volete un’altra brutta notizia? Il video dura sei minuti e trentasei secondi.
Non vi basta? E’ stato diretto Rovazzi stesso.

Pur sembrandomi una sfida impossibile, ho deciso di ascoltare (una sola volta, ovviamente) il brano, di guardare il video dall’inizio alla fine, senza pause per piangere o vomitare, così da non partire prevenuto prima di scrivere il mio commento.

Ecco com’è andata:
NB: non allegherò né video né altro materiale fotografico, così da rendervi la lettura meno straziante.

Ore 14:16 – Chiedo come ultimo desiderio prima di morire una sigaretta e mentre inizio a digitare le lettere R-O-V-A-Z-Z-I nella barra di ricerca di YouTube mi vengono le fitte al costato.

Ore 14:17 – La mia prova di coraggio inizia col piede giusto: è partito lo spot degli M&M’s che mi da una carica inverosimile.

Ore 14:18:12 – Il video inizia in ospedale con un Maccio Capatonda che, seppur morente, mi fa ben sperare, confessando a Rovazzi che “La gente ti odia Fabbbio”.
Pochi secondi dopo mi crolla il mondo addosso: è proprio Maccio a consigliare a Rovazzi di fare il featuring con Morandi (caro Maccio, di persone non odiabili al mondo ce ne sono parecchie, avresti potuto sceglierne un’altra – nda).

Ore 14:18:52 – Maccia Capadonta si è spento ed inizia il trailer del nuovo spin-off della serie Bourne (tanto peggio di Bourne Legacy non può essere – altra nda).

Ore 14:19:04 – Parte “l’operazione Morandi”, il nuovo capitolo di Splinter Cell: delle persone armate e mascherate (quelli che potrebbero essere i cattivi nel nuovo gioco della Ubisoft – sempre nda) invadono casa di Gianni, trovandolo intento a postare foto delle sue manine sui social network.

Ore 14:19:20 – Gianni viene rapito da Salvatore Esposito e minacciato da Rovazzi: se vorrà rivedere la moglie dovrà cantare con lui. Di certo lo sguardo cattivo ed i super muscoli del giovane cantante non sono convincenti, ma il povero Gianni – che all’inizio rifiuta di collaborare (“Ma questi sono due sfigati”) – si trova costretto ad accettare il feat quando scopre che Anna è in una stanza buia con Marco “Saluta Antonio” Morrone.

Ore 14:19:56 – Mi ero quasi convinto che quello che stavo guardando fosse un film ed invece, cazzo, dopo quasi due minuti di introduzione, inizia la canzone.

Ore 14:20:21 – Gli inserimenti pubblicitari si sprecano, così come gli aforismi degni del peggior Francesco Sole (della serie “non è un like che fa la felicità”).

Ore 14:21:00 – Si sente per la prima volta il drop, mi ritorna in mente lo spot degli M&M’s ed un brivido freddo mi percorre la schiena quando noto che Gianni & Fabio ora sono magicamente diventati piloti di un aeroplano dove si sta tenendo un festino.

Ore 14:21:32 – Direttamente dal Grand Budapest Hotel, Lodovica Comello ci insegna come fare clamorose figure di merda davanti ad uno dei più forti calciatori di sempre (chissà, tra le altre cose, come cazzo ci è finito Zanetti su quell’aereo).

Ore 14:21:39 – DAVVERO LE MIE POVERE ORECCHIE HANNO SENTITO “NON ABBIAMO ALTERNATIVE, ATTERRIAMO IN TANGENZIALE”!?!? 

Ore 14:21:48 – William The Biker, pure lui?? Che colpo al cuore raga.

Ore 14:22:04 – Il cane ha abbandonato Rovazzi sul ciglio dell’autostrada (bravo cagnolino, ti meriti un premio). C’è anche il terzo tentativo di fuga di Gianni, questa volta a bordo di un auto rubata a chissà chi dopo l’atterraggio d’emergenza. In tangenziale.

Ore 14:22:41 – Per il nuovo taglio di capelli, Danti si è ispirato a Trunks di Dragonball.

ORE 14:23:46 – Deus ex machina: Gianni si ritrova tra le manone la mappa che lo ricondurrà ad Anna. Il nostro eroe si dirige a bordo di un’altra auto (questa volta con Rovazzi al posto del barboncino) nel luogo in cui la moglie, nel frattempo, ha organizzato una bisca clandestina con Angelo Duro, Saluta Antonio e Salvatore Esposito.

Ore 14:24:13 – Sappiamo finalmente chi incolpare per questi sei minuti di agonia: Anna confessa di essere la mente di questo malefico piano (di merda) per liberarsi del marito.

rovazzisavethetape

 Evito un commento del testo, lasciandovi semplicemente immaginare lo spessore culturale di questo, tenendo conto che su 296 parole, il verbo “volare” viene ripetuto soltanto 45 volte.

PS: caro Rovazzi, apprezzo il tuo nobile scopo di voler mettere a confronto due mondi profondamente diversi come gli anni di Gianni, sicuramente più genuini, ed il presente, in cui si fa a gara di like, hashtag, commenti e condivisioni… La prossima volta però scrivi un post su Facebook ed evita tutto questo circo. Grazie.