FUERA – TOSSICO D’ARTE

“Tossico d’Arte” è il primo singolo ufficiale dei Fuera, che anticipa il loro album d’esordio “The Black Racism” in uscita venerdì 19 maggio per Asian Fake, distribuito da Believe.

I Fuera, tre ragazzi di Nola, sono in perenne viaggio tra Napoli, Milano e Torino: il producer Jxmmyvis ed i rapper Same e Diak hanno solo vent’anni e dopo aver pubblicato demo, singoli non ufficiali ed un mixtape, stanno per cambiare le regole del rap e dell’elettronica italiana con “The Black Racism”: un album innovativo, con il suo immaginario lirico cupo, introspettivo e intriso di arte e cinema tra tappeti sonori che spaziano dal trip hop alla techno, fino all’elettronica psichedelica.

18034374_630623100461578_2373044976901563415_n

Il video “Tossico d’arte” (con la regia di Alessandro Murdaca) è un trip allucinato, costruito su infiniti dettagli dove il ritmo lento e le inquadrature statiche si contrappongono all’andamento sincopato del brano, creando un’’atmosfera surreale e dal carattere retrò che rispecchia perfettamente l’idea di “nuovo vintage” del gruppo.

L’’evasione dal conformismo contemporaneo e dal loop ossessivo del quotidiano è l’esigenza vitale del Tossico d’arte: da Shutter Island a Mr. Robot, passando per Robert Johnson e Jacques Villeglé, il rap di Same e Diak crea immagini visionarie scorrendo fluido sui suoni acidi e i bassi profondi della strumentale di Jxmmy.