HOW TO RIDE (RC) WAVES

Parlando di RcWaves gli ambiti di interesse sono così svariati che non si sa nemmeno da che parte iniziare: RcWaves non è un’agenzia stampa, quanto piuttosto music business in toto, trattando anche management, produzione, booking: Rc Waves è musica a 360°.

Per conoscere meglio il progetto abbiamo incontrato Francesco Italiano, che ci ha introdotti nel suo mondo.

rcwaves logo
Si sente sempre più spesso parlare di Rc Waves, ad oggi avete una posizione ben consolidata nel mondo della musica, ma andiamo con ordine e partiamo dal 2014, l’anno della fondazione: perchè e grazie a chi nasce questo progetto?
Ciao a tutti ragazzi!
RC Waves nasce nel 2014 da un’idea mia, di Giacomo Zavattoni e Fabrizio Peccerillo.

L’idea iniziale era quella di organizzare eventi caratterizzati da una rigida selezione musicale ed al contempo dedicarci alla produzione di dischi: volevo unire la mia esperienza nell’ambito dei live con la loro in studio, essendo i miei soci fonici e produttori professionisti. Nel corso degli anni siamo entrati in contatto con varie realtà ed abbiamo iniziato a pensare che il nostro contributo al “music business” potesse essere più ampio; per questo abbiamo iniziato a trattare anche il management e la comunicazione in generale. Solo ultimamente abbiamo aggiunto il booking alle nostre attività perchè il progetto si è allargato ed abbiamo aperto le porte a nuovi collaboratori.

Non si tratta dunque di semplice promozione musicale, quanto piuttosto una minuziosa cura del dettaglio…
A livello di suono ci piace innovare con pragmatismo. Sperimentiamo e ci mettiamo in gioco ma sempre con l’idea che poi quello che produciamo deve andare nelle cuffie delle persone.
La cura dei suoni è essenziale, è la carta d’identità di un progetto… Senza il suono giusto nessuno va avanti!

In questi due anni non avete di certo perso tempo: il gruppo si è ampliato ed avete sviluppato realtà davvero interessanti. Qual’è il trucco perchè tutto funzioni sempre al meglio?
RC Waves funziona perchè i ruoli sono chiari: Io mi occupo della parte di promozione, management e comunicazione, Giacomo è il responsabile della parte audio, Fabrizio cura dei progetti ad hoc e Marco, una new entry, si occupa del booking.
Poi abbiamo anche dei jolly come Sara che mi da una mano negli aspetti più lunghi e difficili. Lavorare in gruppo è difficile ma molto gratificante, se una realtà va avanti è perchè tutti pedalano nella stessa direzione.

3


Rc Waves non è solo dancefloor né esclusivamente musica indie: siete arrivati fino a qui per puro amore della musica a 360°?
Per puro amore per la musica! Esatto!
Non è importante il genere, ma lo spirito con il quale si crea musica… Anche se ovviamente il talento gioca un ruolo fondamentale!

Ad oggi curiamo tre progetti diversissimi l’uno dall’altro: i Pop James, un gruppo che ha come nucleo principale l’elettronica ed il dancefloor, i Moplen, una band indie il cui nuovo album uscirà a fine Ottobre e Birø, che sarà una piacevole sorpresa.. Non voglio svelarvi ancora nulla!

C’è da dire che ormai Rc Waves è sinonimo di garanzia: il vostro è un prodotto che affascina, ma son sicuro non vi accontentate mai: che programmi vi riserva il futuro?
Siamo arrivati fin qui -anche se la strada da fare è ancora tantissima- grazie a tanto sacrificio, tante delusioni e bocconi amari ingoiati. Diciamo che quello che più ci ha dato la forza di creare qualcosa è stata la spasmodica dedizione e la passione infinita che abbiamo per la musica. Poi di certo la nostra formazione personale ci ha aiutato: Fabrizio e diplomato alla Sae, Giacomo alla Scala di Milano ed io ho un master in comunicazione musicale alle spalle. Insomma la musica è sempre al centro della nostra vita, solo così ce la si può fare!

Stiamo lavorando a diversi album e sviluppando party tra Varese e Milano che a mio parere saranno davvero interessanti. Verranno coinvolte diverse persone per poter offrire un prodotto che lascia a bocca aperta. Ne approfitto per mandare un abbraccio grandissimo ai ragazzi di Elite! Una parte del mio cuore è sempre vostra!

Speriamo di poter riscrivere di voi presto allora!
In bocca al lupo di cuore a Francesco ed a tutto lo staff di Rc Waves!

2 pensieri riguardo “HOW TO RIDE (RC) WAVES

I commenti sono chiusi.